post-title NOI NON SIAMO EVASORI, SIAMO LAVORATORI! https://partitaviva.it/wp-content/uploads/manifesto-partitaviva.jpg 2020-03-27 11:58:39 yes no Posted by Categories: news

NOI NON SIAMO EVASORI, SIAMO LAVORATORI!

Posted by Categories: news
NOI NON SIAMO EVASORI, SIAMO LAVORATORI!

Ci presentiamo, siamo 3 giovani imprenditori lavoratori.

Imprenditore è una parola abusata, quando si sente la parola imprenditore l’idea va subito a Berlusconi, agli Agnelli o al gioielliere che dichiara 6000€ o all’imprenditore che evade, elude e cerca di sottrarre ricchezza, all’imprenditore che sfrutta i propri lavoratori.

BASTA CON QUESTI LUOGHI COMUNI!

L’imprenditore a cui vogliamo dare voce noi è il piccolo imprenditore che vive la vita tutti i giorni:

L’ambulante, il calzolaio, l’elettricista, l’imprenditore edile, la cartoleria, il negozio di abbigliamento, la pizzeria, il bar, il parrucchiere, il barbiere, il negozio di giocattoli, gli avvocati, gli ingegneri, quei poveri cristi dei consulenti che si vedono cambiati regole e adempimenti giorno per giorno.
I miei amati clienti fioristi, i bombonierai, i creatori di eventi.
E ancora il gelataio, il negozio di souvenir, il negozio di casalinghi. le sale ricettive, le aziende turistiche e a tutto il tessuto economico che riempiono le vostre città.

NOI SIAMO:

Padri e madri di famiglia che fanno fare i compiti nel retrobottega ai propri figli oppure la sera tardi dopo aver terminato una giornata estenuante.

Quelli che qualche volta chiudono la cassa a zero e si disperano perché non possono acquistare un paio di scarpe ai propri figli

Quelli che si vedono costretti a pagare la bolletta in ritardo perché i consumi delle famiglie sono calate a causa della crisi.

Quelli che non hanno orari, ferie, malattie e privilegi di nessun tipo.
Se ci va bene, riusciamo ad andare al ristorante una volta in più
Se ci va male, perdiamo TUTTO! Non abbiamo disoccupazione o ammortizzatori sociali.

Quelli che aiutano il comune o i comitati di quartiere ad organizzare feste patronali, a mettere le luci natalizie, a rendere viva la vostra città.

Quelli che fanno salti mortali per pagare tutto e tutti. Gli stipendi, in primis! Perchè i dipendenti hanno da campare le famiglie.
Le banche con le scadenze, i finanziamenti fatti per aprire l’attività, le aziende che ci vendono la merce, i contributi, l’IVA e le altre tasse

Quelli che devono cacciare di tasca loro i soldi per eventuali aggiornamenti delle norme: Il registratore di cassa elettronico, le fatture elettroniche, i rilevamenti dei Gas Radon, l’HACCP, REC, SUAP, e ce ne sono tante altre di sigle che ai più non sanno cosa significano!

SIAMO UNA GRANDE FAMIGLIA!

Siamo vicini a tutti i DIPENDENTI che vivono queste realtà,
che lavorano con abnegazione nelle botteghe di famiglia e a loro volta entrano a far parte di quella famiglia aiutando queste persone a lavorare e che conoscono bene i problemi di queste piccoli negozi.

Questa chiusura forzata, per quanto giusta, toccherà anche loro perché se molti piccoli imprenditori falliranno si ritroveranno senza lavoro e senza l’aiuto dello stato che oggi si è dimenticato di noi!

SIAMO VICINI AI PRECARI E AI LAVORATORI IN NERO!

Mi rivolgo agli amici precari a cui le proprie agenzie interinali (sanguisughe) stanno inviando lettere a padri di famiglia costringendoli a restare a casa o a percepire uno stipendio ridotto.

Ci rivolgiamo a quelli che, per necessità, lavorano a nero per dare un tozzo di pane ai propri figli.

NON ABBIAMO INFLUENZE POLITICHE!

Non siamo un partito, non siamo un movimento e non vogliamo soldi e non li chiederemo mai!
Diffidate da gruppi che fanno raccolta fondi per portare avanti le battaglie perché si chiama SCOPO DI LUCRO.

Siamo solo 3 ragazzi che vogliono aggregare le persone, farle conoscere, dare una mano dal punto di vista psicologico e portare avanti una battaglia fatte di proposte e di proteste. Se non ci ascoltano scenderemo in piazza, in modo pacifico, a portare la nostra voce.

                                                                                                                                                                 Gerardo Scarpato

                                                                                                                                                             Partita Viva Community

Lascia un commento